Frutta & Verdura: l’arcobaleno anti-cancro

Secondo l’ AIRC (associazione italiana per la ricerca sul cancro), il segreto nel consumo di frutta e verdura come principale educazione alla prevenzione sta nella varietа: diversi tipi di frutta e verdura significa diversi “colori” e nutrimenti, da consumare 5 volte al giorno.
Al primo posto ci sono le proprietа antiossidanti dei GIALLO-ARANCIONI: arance con la loro vitamina C, ma anche ortaggi come carote e zucca che contengono carotenoidi. I frutti ROSSI, come fragole e tutti i frutti di bosco, non proteggono solo l’intestino, ma in misura diversa anche la gola, lo stomaco, l’ovaio e i reni.

Passando poi alle verdure a foglia VERDE, come insalata, erbe e spinaci, troviamo cibi ricchissimi di folati (vitamine del gruppo B) che proteggono il DNA da mutazioni potenzialmente cancerogene, come ogni altra sostanza antiossidante.
Passando per il BIANCO di cavoli, verza e cavolini di Bruxelles, che se consumati 5 volte alla settimana dimezzano il rischio di cancro alla vescica, seno, polmone, intestino e prostata, giungiamo al ROSSO del re della dieta mediterranea: il pomodoro.

Il merito principale del pomodoro, nel suo ruolo di anti-cancro per eccellenza, va al licopene, sostanza che protegge soprattutto dal cancro alla prostata. Cuocere il pomodoro e condirlo con olio permettere di sprigionare al massimo le sue potenzialitа benefiche per la salute…e per il palato!

La dieta mediterranea permette un’ampia scelta di cibi e stili di alimentazione, la volontа di vivere consapevolmente e con attenzione alla propria salute spetta solo a noi.